BLOOD PASSIO N NIET

BLOOD PASSIO N NIET

31.12.06

EMOTIONAL MAN ...A DRUM DRUM

click>>>>>"The Beauty and the Beast"


DARK TEARS...

Ho lasciato tutto dietro e avanti le bufere della follia e dell'insopportabilita'.Del malessere candido come la neve dei 5 corvi ingannatori. Tutto mi viene facile quando quando quando le lacrime oscure santificano la mia fronte che conduce alle porte del cervello in tacito silenzio quando sono solo. E quando non sono solo chiudo ogni cosa che possa farmi soffrire e sono cosi' bravo e astuto da diventare un eccelso uomo insopportabile.


- Non credevo Monsignore che avreste avuto tanto coraggio e sfacciataggine nell' ammettere i vostri vanitoi supplizi da vittima decadente. Ma io vi credo e pertanto posso anche amarvi se volessi. Solo quando vorro'. Solo allora.

copyright minimal production XH nnb. 2006 ( Nniet B. " Dark Tears")

11.12.06

EMOTIONAL MAN II

DARK TEARS II
maybe maybe click>>>>>>> The Beauty and the Beast


Lacrime nere mi sono state offerte dai 5 corvi sull’albero di noci della mia casa paterna lontana tra la collina la montagna e il mare e il cielo che e' ovunque. I padroni! I padroni, ecco cosa sono i padroni! I guardiani del mio sepolcro profumato, un pezzo di terra incolta e rigogliosa, secca e trucida di foglie morte, scricchiolanti, gementi sotto i piedi di chiunque dovesse passare per questo luogo sacro e zozzo come i maiali che si fottono tra di loro e in verita’ sono agnelli impauriti e si nascondono per la vergogna e grugniscono, grugniscono, grugniscono, grugniscono, grugniscono fino a non respirare piu’ per il fetore della merda raccolta nel dolore. Sanguinano i loro buchi del culo di lacrime nere, nere di abbandono tra le foglie di noci gustose ,aspre e i 5 corvi beccano lussuriosi e nobili le ultime more rosse di gesti profetici.
Ma dove sono i Profeti bugiardi? Hanno fatto del loro cazzo una proboscide di menzogne mentre eiaculavano con maschi e godevano delle parole del Signore fottendo lo stesso Signore.
Ed io impaurito dal buio dei miei occhi recitavo il Misere Nobis tra la gente stupida quanto mio padre e madre senza segni di bene, tra la gente come uno pazzo che viaggia sulle acque di una misericordia fantasma come fantasma ora il mio corpo dedito alla perversione e conoscenza del piacere nobile della nudita’ oscena. Nulla mi e’ dato di sapere se non tocco e studio e cerco, annuso, e conto i numeri di pagine e pagine.

Lacrime nere ora verso contandole una ad una, conteggiandole come riserve per il mio corpo senza ancora segni di stanchezza. Reliquie da conservare e portare nell’ostensorio dei pazzi lungo le strade prossime al disorientamento. Sono io il vostro padrone a frustarvi e voi siete il mio buon servo e amico che nasconde i miei segreti.
Giro, giro, giro e giro le pagine di codesto libraccio senza storie scritte, disegnate, visibili. Chi e’ stato amico mio tanto impagabilmente intelligente da nascondermi le brutture dei giorni andati, quelli a seguire ed altri celati dal biancore della crudele verita’ di fogli appena sbiaditi.

- Ma voi Monsignore, appena riesco a percepire il bagliore di un terzo del vostro viso. Via da questa nebbia incerta, di dubbi, ai venti ignoti delle direzioni! Via da questa nebbia prossima al crudo inverno e fredda di visione. Voi Monsignore, piangete piu’ in alto del silenzio dietro le ombre del libro come il cielo plumbeo del mare in tempesta, un libro che vi tortura e vi consuma piu’ della stessa morte che trapassate ogni minuto.
E non rimanete li’, li’ dietro, dietro uhm, uhm, dietro i 3 quarti dell’indecisione, mentre i pensieri vi ronzano come gli insetti di una estate calda che ricordate appena e preferite dimenticare e ronzano e girano e nuotano nelle profonde acque dei mari dove benché vi sforziate, non riuscirete mai ad affogare , poiché siete ancora troppo, troppo poco zelante e studioso per lasciare insolute le domande tra le polveri.
Pensate di poter conoscere guardando e contando le vostre lacrime scure? Mmmh!
Di acqua non si muore Monsignore! Ne’ di amore, ne’ di veleni! Non sapete che si muore di frutta dolce , succulenta , di arance fresche di profumi paradisiaci ? Si muore di bonta’ Monsignore! Di bonta’, di carezze, di tenere parole come quelle delle madri che sussurrano ai figli quando ancora sanno solo guardare, piangere, pisciare, defecare e succhiare il latte. Questo e’ il tempo della maldicenza che imbruttisce la vostra bellezza, maldicenza ingannatrice del nostro tempo. E voi avete cosi' tanto tempo ancora da ragionare e sragionare, da ridere e beffarvi di voi stesso, fare capriole nei parchi e sui corpi dei bei maschietti ,giocare al sonnambulismo ! Dunque, perche’ darsi pena?
Ricordate quando ancora quel caldo afoso e gradevole della notte erano vostre giocose curiosita’ dell’amore trascorso nella passione per i cieli e i mari gemelli consanguigni e traditori. Ma non vi hanno mai mentito cosi’ stupidamente come forse credete? No.No. Raccogliete allora i giochi che avete lasciato sulle spiagge marine quando ancora eravate piu’ sciocco si, certo, capisco, ma il sorriso vi illuminava in tutta la vostra grazia! (da maiale!)

(- Mentire ogni tanto mi e' dovuto, ma comprenderete voi servetti ignoranti che costui la quale vita si disfa tra le pagine del veleno sanguigno, non puo’ essere corteggiato che con l’inganno e il sentimento puro. Non me ne vogliate anche voi stupidi passanti ignoranti e porcelli da basso rango!Voi non potete immaginare quanto ho dovuto studiare e prendere facolta’ di cultura e saggezza ipocrita per essergli amico e devoto servitore in virtu’ del mio Dio giusto e misericordioso. Dio quanti peccati ha commesso il Monsignore e quanti io per lui affinché trovasse e trovi la ragione per piegarsi al volere del cielo che punisce e non di uno libro di menzogne colte e immagini da pervertito.
E questa e' anche la mia fune al collo. Se non riusciro’ ne’ con l’inganno benevolo , ne’ con l’amore che in fondo sento per lui a strappargli tra le sue gentili e nauseanti mani il libro dell’ignoto silenzio, con lui stesso finiro’ nell’oscurita’ del suo dannato cuore.

Che questo coglione di Monsignore faccia delle sue porcherie perverse, un macigno solo per la sua mente e mi lasci in pace, mi lasci in pace, anche con il suo non chiedermi mai nulla! Che tragedia e' mai questa!?)

copyright Minimal Production XH nnb. 2006 Coutesy CACT Centro d'Arte Contemporanea Ticino, Swirzerland

(Nniet Brovdi:dark images , words,video, voice, music and performance)

27.11.06

EMOTIONAL MAN

...by Dark Tears
maybe maybe...click>>>>> the Beauty and the Beast....
- C'e' chi dice che son bello, c'e' chi dice che son bello, c'e' chi dice che son bello!C'e' chi dice che son brutto. Sono puzzolente , sudaticcio, il cazzo umidiccio, nauseante fetore. Una vera goduria per il mio piacere. A chi non piace e dir si voglia, sia fottuto da questa duro bastone senza pudore e voi ragazzo dai capelli rossi, che tanto mi lusingate, godete pure del male e del bene nel buco del culo e che vi piaccia fino a farvi sanguinare, come l'agnello al sacrificio dei fuochi di Isacco lo stolto. Che Dio lo abbia in gloria quello sciocco di Isacco!
Mi ricorda tanto mio padre, quando ancor prima di saper di avere un figlio coperto di nero, malato di perversioni piu' scure del suo cervello bacato, sacrificava il suo corpo alle giornate alienanti nella nostra cara e decaduta famiglia. E ancor piango per questo male , verme inquieto che scava avido il mio cervello. E voi continuate a ridere di me, di me senza chiedervi il perche' di tanta sciagura?
Non che sia stato un figliol prodigo, Dio me ne guardi, ma via padre, non potete ancora nascondervi sotto il tavolo quando qualcuno arriva nella nostra defunta casa familiare e grugnate come un porco ad ogni colpo di zampa che vi infliggiamo, mentre noi fingiamo di banchettare in gioconda felicita'! Da quando vi vergognate di me, avete perso le sembianze di un uomo comune, buono, bravo, sciocco, insignificante! Siete diventato un porco zozzo che maledice se stesso con sbruffi, bestemmie al Vostro buon Dio e a tutti i santi del vostro inferno e purgatorio.
Un lutto. Un lutto greve piu' oscuro della mia lucida follia avete dato a questa famiglia , un pianto, un pianto chiuso nello stomaco, serrato, custodito come una reliquia santa avete dato a nostra Madre e a nostro unico fratello la quale mente vaga solo nel passato.

Dunque caro padre, sareste voi la bellezza che donate ogni giorno con le vostre ingiurie imfamanti , sareste voi la Bella che sputa alla Bestia figlio della vostra vergogna.?!

Io che ho udito tutte le voci sin dal grembo di mia madre, le lingue della nullita' e della bruttura dei vostri complotti, tra le mura di questa sventurata casa, con sorelle, madre, padre, ciechi, viziosi e stolti, sempre a giro del tavolo e nella vostra stalla da letto mentre la insultavate e ingroppavate, io che udivo ,il silenzio mi tiro' un brutto gioco chiudendomi la bocca con le vostre zampe crudeli e benevole solo perche' di padre. Ma ora non me ne curo.

C'e' chi dice che sono bello e c'e' chi vede che sputo come voi, padre! Ma ora non me ne curo. Non me ne curo . No. Non e' vero ragazzo? (Nn.B. xxx sec.)

copyright minimal production XH nnb. 2006

20.11.06

DARK TEARS


- Oh Monsignore che fate quando non dormite? Continuate a pensare all'amore perduto o mai trovato? Avete perso i colori dell'alba sul biancore del vostro amabile viso! Cosa vi hanno fatto questa notte e le notti passate quando vi vedevo che dormivate urlando e piangendo come uno sciocco uomo da 4 soldi consumati. Non vi consumate piu' gli occhi belli e verdi come il chiarore della purezza al vento del disastro. Non ascoltate piu' le voci delle Bestie selvagge. Vi prego tornate a casa da noi che vi amiamo e vi cureremo come una conchiglia senza acque marine. Lasciate il mare tempestoso, i legni taglienti delle vele portatrici della follia, la follia dopo il sonno pomeridiano e poi quello della notte profonda tanto quanto i vostri occhi dolenti. Tornate a casa da chi vi vuol bene di nascosto senza turbare la vostra mente che e' un macero alla deriva delle acque sciagurate. Noi vi accarezzeremo il corpo e lo riscalderemo come si fa ai morti, ai morti cari e non vi lasceremo nessuna impronta del destino oscuro. Lasciate che il vostro viso sia scoperto a tutte le vostre brutture da Bestia shernita e lasciata tra le braccia dei venti opposti delle sciagure.Monsignore abbiate cura di voi se non volete ascoltare la voce delle anime che ora vi appaiono crudeli e infamanti. Non vi fidate di cio' che credete di vedere e sentire. Non siete in grado di discernere la voce dai rumori chiassosi della morte. Non morite cosi' in fretta! Monsignore abbiate pieta' per vostra madre che piange ogni giorno la vostra perdizione , abbiate cura di voi.Io non vi lascero' mai, sappiate che staro' sempre accanto a voi e leggero sulla vostra spalla destra come una nuvola soldato bianco di luce.Monsignore venite fuori da quel buio, lasciatelo per sempre quel buio che vi nasconde il sorriso cosi' bello ai nostri occhi!-------(NnB. xxx sec.)
copyright minimal production XH nnb. 2006 Nniet B.:image;"dark tears" 2006

5.11.06

BLUE LINE # 00X


NOISES & MY BLOOD HEART

....di giorno in giorno meglio stare nel buio, chiudere gli occhi e vedere i sogni.Ascolto un brano musicale con rumori + tromba: "BLUE LINE" di un certo Nniet Brovdi dal giradischi e il fruscio gracchia tanto quanto i 5 miei amici sospettosi corvi dell'albero di noci davanti alla mia casa lontana, poiche' e' l'inverno. (LE COSE TORNANO SEMPRE DA DOVE SONO VENUTE SOTTO UN'ALTRA FORMA ANCHE SE L'IMMAGINE E' LA STESSA) E anche loro tornano con anime dolenti e oscure e disapprovando i miei sogni.E mi dicono che non ho un cuore ne' per vivere ne' per morire.
- Certo prediligo la luce al neon che raffredda cose , palazzi,persone invidiose, insidiose e aria perennemente vomitevole, alle stupidita' di cervelli deboli, ma anche indifesi.
Resto nel silenzio dei rumori dei giorni.Di ora e di quelli a venire.
copyright minimal production XH nnb. 2006; images and music: Nniet B. "Blood CROW"; coutesy CACT Bellinzona (Switzerland)

1.11.06

MORTAL FLOWERS for PIERPAOLO PASOLINI



- Si Monsignore, la morte, la morte lo ha colpito!Ora non restate solo!mmmh ET NUNC ET SEMPER...nniet brovdi amen



---------------------------------click here
"Pierpaolo Pasolini rimane e rimarra' in me come pochi che non ho conosciuto.--------------------------------L'anima la conosco".NNB.

27.10.06

Nniet in Paris to Acid-Saturn in Paris # 01

"The only way"(Nniet in Paris to Acid-Saturn in Paris)5+1=KDN+NNB+JT+A+ST+L
-- ----- ------ ---- --- ---click here...the acid pill 5+1










image:Nniet Brovdi "Acid-Saturn"
Avrei voluto lasciare improvvisamente Parigi nell’attimo cui un uomo e' un colpo di pistola, spiaccicato sul quadrettato della piazza. Si e’ lanciato dall’alto del Museo BEAUBOURG come fosse un’opera incompiuta, lasciata o appena abbozzata. Il soccorso: un aggeggio sado-maso sotto il collo, un’azione dolorosa davanti ai miei occhi, senza piu’ ancora di approdo, l’informale della pozza di sangue, il minimale lenzuolo bianco. Ed e' finita.
Copertura, fine e probabile trapasso. Corpo morto crediamo o lo sara’ tra qualche istante. Ambulanza , rumori e nessuno che urli. Altro non so. Si lascia un episodio filmico veloce come un colpo di pistola acerbo, amaro. Andiamo via.
La pioggia fastidiosa e calda di questo giorno e degli altri precedenti, prosegue il suo percorso nei canali delle mie lacrime interne, dentro il corpo. Niente di esterno. Niente di visibile esterno. Preferisco tenere le lacrime nel fondale del basso ventre per poi pisciarle in un angolo di qualche strada e farmi esibizionista con l’uccello fuori fuori dai pantaloni.
-mmh si, verso i quartieri pulitini gay di les Marais. Ho in questo momento un pensiero stupido tanto quanto me. (La stupidita’ toglie e aggiunge leggerezza all’oscuro della “circostanza”, poiche’ sono pervaso da circostanze piu’ o meno al limite del pericolo e della inaspettata felicita’. Non e' cosa da tutti fare della stupidita’ un pregio di sopravvivenza.)A "les Marais" non puoi pisciare all’aperto se non sei riconosciuto come un barbone frocio inconsapevole e soprattutto alla moda. E allora si fotta pure esibizione, sciocchezze di lacrime, piscio e consueto apparato sessuale.
Si sta bene insieme(click here>) 5+1 teste o si sta male insieme o “si sta” a passeggio (non ci si divide) dopo una volata dall’alto del museo, una lugubre pisciata non conclusa e un ritorno verso casa.Mi viene da dire : - ehi che teste di cazzo che siamo!
Ho una riserva mistica per questo che mi fa vedere noi 5+1 come discepoli e me come visionario acido: 6 teste(click>) pentecostali sovrastate da fuochi gloriosi in giro per la citta’. E’ cool questo assemblaggio di numeri se li guardo come un santo truffatore dalla lingua velenosa.Le fiamme sospese sulla testa come se ognuno attendesse qualcosa da qualcuno. Ma cosa ci si aspetta dal silenzio quando solo gli sguardi sono udibili? Ci si trasmette qualche parola, perche’ in questo giorno non c’e’ neccessita’ verbale, allora tutto cio’ che si dovrebbe o vorrebbe dire lo si comunica e passa attraverso il caldo dei fuochi e la freddezza dei corpi.
Che rogna, i fuochi dello spirito 50 giorni dopo la Pasqua!
Dunque dopo lo spegnimento di ogni luce e’ vero che risorgiamo dalla tombe del quotidiano con le nostre sciocchezze, risate, malumori, amori, tradimenti ed altro che ci rende comuni a tutti gli altri in questo mondo fastidiosamente fatto a misura.Certo Cristo (ci) aveva promesso di tornare per una nuova cena speciale, una venuta che ci avrebbe tolto dai coglioni tutti i mali aggrovigliati nei nostri stomaci e cervelli. Il Padre ne fu la causa, il Figlio ne pago’ le conseguenze e i figli dei figli rimasero fottuti in eterno. E’ anche vero che nonostante il buon senso, i padri troppo spesso per maschilista ignoranza, vigliaccheria e bonta’ morale, finiscono con l’essere rinnegati e amaramente dimenticati dai figli.
- Ah, che padri!
- Ah, che figli!
Ma noi non abbiamo intenzione di cenare di nuovo. No. No. No. Basta con tutti questi monotoni Profeti di terre orientali, occidentali, del bene, del male di cazzi vari in TV trasportabili come la 24 ore dell’uomo del day-fuck. Stop. Si vomita gia’ abbastanza. Le cose andranno come andranno.
Sorrido appena in questi giorni o rido senza controllo tanto da nauseare me stesso e gli altri. Avrei voluto lasciare improvvisamente Parigi. Lasciare strade, pavimenti gommati, musei noiosi, giardini puliti e persone in stile. Comprendo la mia dissociazione dal corpo, dalla strada, dalle pareti, dal pavimento, da ogni porta di entrata ed uscita per non so cosa.Ricordo saltuariamente di essere morto ed e’ uno sbaglio. Dello stato di morte necessita consapevolezza. Non sono ammesse distrazioni illusorie. Ed io stento a crederlo. Troppi elementi ancora in questi giorni grigi e afosi, sudati.
Cosi' non posso che guardare in alto la meraviglia di Saturno, i fuochi fatui, le poesie lontane dei miei amici e tenermi qualche sogno speranzoso stretto, stretto che nessuno lo tocchi.
Volare da Parigi a Roma per inquietudine. Lasciare me e solo me per non tornare mai piu’ dentro la testa "momentaneamente vuota".
click here>----------Momentaneamente.
copyright minimal production XH nnb.2006 "The only way" (Nniet in Paris to Acid-Saturn in Paris)

25.10.06

Nniet in Paris # 02



-IOXY(ghost story)NIGHT, NIGHT, NIGHT.HERE COMES AGAIN THE NIGHT. LONLINESS, SMILE, MOON SEX & PARIS CITY.YOU ARE MORTAL FLOWERS.NO LOVE.NO NIGHT.NO LOVE.NOTHING.NOTHING ELSE.

Nniet in Paris # 03



-IOXY (short story)I'M THE VENOMOUS WRITER. MY BLEEDING LIPS ARE YOUR MORTAL FLOWERS.NO HOPE.NO NUMBERS.NO LOVE.NOTHING.NOTHING ELSE.

15.10.06

Night & Night. Day & Day UUUHMMMMMM!

CRRRRRRRRRCRRRRRCCCCCRRRRRRCCRCRRCRCCCCRRRRRH - Quando c'e' la fine della notte, e' finita anche per me.E' finita. Sono chiuso dentro la lampadina fulminato dal buio.Il cervello spento, il cuore solo, i polmoni immobili, il cazzo inerme, le mani ad incrocio sul petto e dentro il letto navigo senza acque chete.
CLICK HERE, PLEASE,PLEASE, PLEASE, DON'T CRY FOR ME ME ME ME!>Quando c'e' la fine, non c'e' piu' una continuita' mistica, non c'e' neanche piu' la notte. e non dormiro'. E non dormiro' mai piu', perche' sono felice, fulminato ed elettrico per un greve pensiero di fine.
Ascolto la musica del mio disco preferito regolando volumi e toni nebbiosi di suoni, voci, rumori e fruscii continui del passato sotto i miei piedi farciti di ancora, sangue. Verrai a cercarmi?
- E che la follia mi colga!

copyright minimal production XH nnb. 2006 (Nn B. : out-images,word, music)

gdhyti lhylpo mikuyuyi fhiuo llofrete bcg, bcgchy?0099 fdt DFH: jdi9 XHamletX goood

gfyhdfioo hgyrrttt dsfg crrrrrrrashhhh , hjhjk, TREG KIFE KNIFE OHHHHHH

4352 7776 98 000 5757 #TRY TEARS BBBBBBODY UUuuuhhhmmmm 666 777mmm

7.10.06

BLOOD PASSION TIE

- Ti tolgo da tutti i mali .Non ti benedico, ma ti tolgo da tutti i mali. Ora non posso fare altrimenti.


copyright minimal production XH nnb. 2006 (nniet b. "my blood tie"2003)

CANTO V I I I

Come una puttana sputo dannato, cuore cazzo & anima ,lacrime, lacrime lacrime, vago di notte senza nessuna vergogna, per i solitari in santo minaccioso spirito.Spirito e come al solito... cazzi vari per il padre , figlio e spirito Canto - Silenzio coglioni!Il MONDO e' per tutti.
Collezione Privata CACT- (Centro d'Arte Contemporanea Ticino CH) (Nniet B.night-man-2006)

CANTO I I I

Canto I I I (…by “Noises , Cock & White Brain” Nniet Brovdi xxx sec.)
click here >

Tempo di partire. Avrebbe preso il volo per studiare le paure nel suo corpo. Avrebbe preso il volo appena aperta la porta di casa. SI. Si, perche’ Si sta a casa per obbedire alle virtu’ cresciute insieme alle fondamenta, alla punta piu’ alta del tetto e oltre le nuvole di Agosto. Verso l’alto dei cieli in una refrattaria porta di casa ignota. Immobile.
Per questo si sta a casa, per osservare, solo osservare dal basso in alto, l’eccezione che fa del soffitto un arco di conoscenza. Il biancore della mia morte e’ un arco puntato verso est del tramonto quando ancora mi vedevo vivo dall’alto in basso, l’eccezione che fa della virtu’ terrena un macero di ossa scarnificate, putride, coperte da una coltre di apparente pelle viva umana in ascensione.
E’ il tempo di partire. Oramai le stagioni mortali hanno avuto il loro percorso.
Per questo si sta a casa, per osservare, solo osservare le prossime stagioni paurose e studiarle nel corpo. (nn b.)
copyright minimal production XH nnb. 2006

20.9.06

Noli Me Tangere

... by DARK TEARS
- Ehi ragazzini, venite qui! Pulite per bene la mia faccia, per bene dico, le mie braccia, il ventre appena peloso e succulento, leccate le mie gambe per bene e vicino le mura del culo specie dove il buio oscura il piacere. Succhiate l’uccello lavandovi poi senza vergogna la bocca impasticciata umida e calda. Le vostre labbra appena rosse disegnate e faccino bianco come la neve. So che dei giorni siete nauseati da queste azioni, da questo pezzo da macello, ma non dimenticate che pur nel peccato adorabile, siete stati mandati dal Signore per avere cura di me e pagati a ore e quelle ore, saranno tante quante le vostre attenzioni finche’ non saro’ guarito da questa malattia quale la sporcizia e l’intemperanza dell’anima.

Ho ancora il sangue che sgorga. Sono tanti i giorni oramai. Non e’ fermo questo flusso di dolore e dolcezza di morte. Il mio indice. Il mio medio. Sono l’indice e il medio che sorreggono la carne maciullata del costato. L’ultima costola. La piu’ degenerata, disprezzata. La scatola cranica gira come una macchina data alla fisica motrice circolare. Mi e' stata data una possibilita’ di osservazione circolare affinche’ non abbia da dire e ridire su tutto e tutti. Osservare e star zitto anche se mi sputano sulla spalla destra. I piedi nudi sono freddi senza di te sul pavimento appena pulito. Ancora pulito. Ho avuto facolta’ di tagliarli a ridosso della caviglia con un buona sega da artigiano e porli simmetricamente a distanza ben calcolata davanti al resto delle 2 gambe. Questa divisione e’ dovuta solo dalla mia volonta’ affinche’ io possa guardare dall’alto senza il minimo sforzo il dolore, la freddezza, il cambiamento di umore, l’attraversare di possibili carezze sulla pelle delle mie 2 estremita’ del camminare, i cambiamenti del rifiorire vitale di sporcizie, di malefatte o di grazie fatte e ricevute. Dall’alto in basso. Mentre questa macchina gira meccanica nel silenzio, preferisco sempre avere il pavimento pulito, spazzato di sangue e tra le mie braccia mangiato dai servetti mandati dal Signore allorché scavino, scavino, scavino fino a pulire la carne zozza del piacere e del nostalgico amare. Il cazzo penzolante piscia in tormento come il ruscello di montagna fredda; questo il mio trono, questo il mio stabile luogo di nicchia aperta ai soliti, ripetibili passanti. Noiosi.Curiosi.Avvenenti.

- Ehi ragazzini, venite qui! Strofinate per bene sul pavimento e non lasciate che la pozza di sangue sia visibile a chi ha occhi per dire e non capire. Lasciate come vi e' stato gia’ detto, che le vostre azioni sul mio corpo siano mascherate dal bugiardo cosicché i fiori davanti ai piedi appariranno puliti e freschi di rugiada, di morte e rigoglio sputato al sorriso. Nascondete la verita’, sempre, nascondetela, nascondetela per i poveri sciocchi creduloni del niente.

I gigli aranci e bianchi, le margherite color salmone e spighe di grano e melograno spaccato vivo rosso e i gelsomini degli sposi profumati ho come testimoni del piacere per un corpo toccabile piacevolmente putrido e spoglio di vanita’ e rancori. Come fiori mortali , momentaneamente, poggiatemi sul letto per dormire al riparo, stretto al mio sangue e domani sara’ tutto di nuovo pulito , pulito esasperatamente bianco come la bugia che ti dico ogni istante che respiri. Ma non importa , perché sei morto dentro.

3 soli segni e mi daro’ al primo macellaio cosicche’ la notte dopo l’altro giorno, possa dormire freddo e gelido lontano da passioni e conservarmi anche per domani e ai giorni a venire come un’icona immortale tradita da me e me solo. Domani saro’ fresco insanguinato per un’altra cura. Noli me tangere.
copyright minimal production XH nnb.2006

28.7.06

FLO



Ho il cuore a pezzi.Devo cercare il silenzio.Mi libero dell'anima(?)Giuro.Giuro.Parto e torno a 2500 volt!

WE



-I'VE BEEN FORGOTTEN.DON'T FORGET ABOUT ME.DON'T LEAVE ME ALONE...

RS



-I'M THE VENOMOUS WRITER. MY BLEEDING LIPS ARE YOUR MORTAL FLOWERS.NO HOPE.NO NUMBERS.NO LOVE.NOTHING.NOTHING ELSE.

NNIETKunsthalle?


Kunsthalle?
Nniet Brovdi presenta:


"Avevo inchiodato a sangue un quadro sulla parete... me lo ricordo solo certe notti quando un senso di nostalgia mi divora la mente."
r
NnB.:videoinstallazione; video, composer
Title: " The Heaven is Dead (Night-Creatures)"
NnB.: pipe organ, electronics, needle noise
Kristien De Neve: voice

Curatore allestimento: M. Casanova;Direttore del CACT (Centro d'Arte Contemporanea Ticino- Bellinzona- CH) http://www.cacticino.net/ --- http://www.interazioni.ch/

27.7.06

KUNSTHALLE?

Kunsthalle? EXHIBITION... lin-k
...evento di Arte Contemporanea - Luglio-Settembre 2006 Locarno CH (Switzerland)

www.interazioni.ch/

20.7.06

hamlet-blue line 1 numero meno di 1 zero


"Ora" et labora
Per uno che sa vivere nella norma disastrata del sociale, nonche’ incomprensibilmente disumana, anche l’amore che sta un passo prima dello spirito e della morte fine di ogni bene e male, dunque, anche l’ultimo amore rimasto a stralci frantumati, sanguigni nella mia cassa toracica come un ostensorio senza dio, e’ disprezzato persino dal silenzio o solo dal silenzio. Non so.
Per cercare delle ragioni e certezze del mero animo, decido per un consulto psicoterapeutico di coppia; sostituira’ il confessionale senza alcuna grata, del prete mani e lingua lunga. (Beh si sa che come il dottore della mente, in altro modo, anche il dottore dello spirito va pagato…certo, oltre la grata aperta, al corpo). In questo caso lo spirito rimarra’ solo come una transizione.
Solo l’amore incomprensibilmente passionale per qualcuno o qualcosa da’ un senso di azione. Pertanto:
CIRCOSTANZA
esco alle ore 06.00. Colazione da piacevole fetore nel 105 bus. C’e' sempre qualche ragazzetto che ci sta e si farebbe scopare a una delle fermate piu’nascoste della citta’. Lasciamo perdere. Stazione Termini. C’e’ sempre qualche coglione di autista che non ti risponde mai. Qualche. 64 bus, per San Pietro, per la Citta’ Eterna quanto un piatto di insalata mista lasciata al caldo estivo in via di putrefazione.
I maneggi nelle tasche, borse, le toccate sul cazzo dai soliti repressi omosessuali, i culi delle donne ben in vista per i sudaticci porci da viaggio. E cosi’ si arriva all’orgasmo del capolinea: per la Citta’ Santa o per i cazzi e culi vari (?)
Una vera beatitudine mattutina barocca, paragonabile all’estasi di Santa Teresa del Bernini.
Uno sguardo perverso ai preticelli vergini e suore baffute novizie e via! Via da questo merdaio divertente e fanciullesco!
Sono pronto a lavorare e a guardare l'ora verso la via “Gregorio VII” per la distribuzione di volantini pop - anti Nniet.>
" Andy Warhol, avrebbe trovato questa giornata molto shick,> Oscar Wilde, penso avrebbe avuto una visione ludica , ma deplorevole per un creativo.> P. J. Harvey credo avrebbe fatto la solita geniale puttanella in una circostanza come questa.> Nick Cave sarebbe stato assente.> E Steven Brown & BLaine L Reininger?Umh?Mi avrebbero detto , sempre con la loro aristocratica espressione: - ma Caro Nniet, ancora con queste cosetteeee!?-Si me li vedo proprio cos?! Tempo fa , ricordo> Laurie Anderson lavoro’ per ben 30 giorni, dico 30 giorni in un McDonald’s per poi tradurre quella quotidianita’ popolare in poesia musicale-verbale.
– Si certo! Ma io non sono lei. Ummm – E l’Italia non e’ l’America ne’ tanto meno l’Europa! "
Ho giocato per 6 ore per 25 miserabili Euro immaginandomi cosa avrebbero pensato “Certi Creativi” se fossero stati li’ da spettatori o al mio posto. Una vera follia con il caldo soffocante! Che grande cosa e’ l’IMMAGINAZIONE!Salvifica. Bene cosi’. E’ andata anche oggi. Ero morto e sono di nuovo vivo. Mai perdere di coraggio. (forse) Vedo certi miserabili buttati per le strade...
Domani spero di poter pulire i cessi della Stazione Ferroviaria con una buona raccomandazione-politica(?)MADEinITALY. Questo lavoro si che mi ispira, cosi’, quando torno la sera a casa, posso finalmente comporre della Musica di Merda, del Cazzo! Eh si! Potrei far sorgere una ” New new new Wave del Cazzo”. Ah ah ah!
Tutto questo per Amore e Arte.
copyright minimal production XH nnb.2006

30.6.06

RESURREXI # 1

click here >


- si Monsignore, la morte, la morte lo ha colpito!Ora non restate solo!mmmh

XH is a shit


ehi do you like my blue cock? mmm ,do you like my death?

DO


blue death blue Nniet blue lonliness lonliness lonliness 3

29.6.06

YOU


blue tears

WANT


night blue night

MY



blue day, blue, beautiful day day day day day day day day day day

Co



eh ! blue hand! eh blue hand! eh!

ck



blue blue blue death. blue blue blue death

?



blue death

DAN VAN GOGH

>
Si una telefonata inaspettata.Mia sorella che da piu' di due anni vive a Londra.E' la piccola geniale artista.Poverina e' nata cosi'!(Diceva nostro padre)
- Pronto, pronto Nniet dove sei? Mi senti?
- Ehi Danj sono a Roma sotto l'ombra di un albero! Nel parco. Desolante.
Questo luogo l'ha tradita. L'hanno sgozzata come una gallina i maschiettini stupidi senza coglioni o con solo dei coglioni spelacchiati da mostrare. E anche le femminucce.Quando non si ha niente da dire, qui' la gente mostra tette, cazzi, vagine, culi pelosi grassi , secchi, tonificati. E' buona cosa parlare con il cazzo o con la figa!Uhmm. Si certo quando non ho niente, niente, niente da dire. Mentre bevo un drink, fumo una sigaretta, ascolto musica cool, jazz, tanto per darmi delle arie, un personaggio da saputello del cazzo e poi rido come si fa nei film romantico-pornografici e ridendo , sorseggiando eh eh - Si! questa e' la societa' che piace a tutti, e' quella che va bene per andare avanti.
Sono sempre stato attratto da un costruttivo dialogo con il cazzo e la figa; quando non hai niente, niente, niente da dire e sgozzi avido, invidioso, ipocrita anche mia sorella Dan Van Gogh.
Sono vomitevole quando scrivo cosi' stupidamente, perche' sono cosi' vomitevoli gli altri quando parlano con i loro apparati sessuali da TV, non hanno niente, niente, niente da dire.
Alla telefonata avro' qualcosa da ripondere , domani non importa.
copyright minimal production XH nnb. 2006

25.6.06

BRAIN OUT performance (foto)









performance "BRAIN OUT" foto di F. Pergolesi(Roma2005)