BLOOD PASSIO N NIET

BLOOD PASSIO N NIET

8.12.05

hamlet - blue line # 02

BLUE LINE #02 nnb

Se il lato destro del giardino e' una foresta di profumi, sambuco bianco, alloro lucido d’impero, parietarie officinalis, frugolii, zampettate di animali, scrosci di pianti di neonato, merlo, merlo categorico, uccelli del mattino, e alle ore 11.00 e' un gracchiare di corvo, il lato sinistro e' un unico, cioe' numero 1, folto albero di arance acide, acre e succose, e rovi e spine. Spine.
La mattina quando ingoio le mie varie droghe antiallergiche “allo stato delle cose”, vedo il mio sposo al mio fianco che dorme. Lo vedo sognare e ascolto i suoi vaneggi a parole illogiche. Del resto, non e' diverso dallo stato sognante quando e' sveglio su, dritto ai piedi del letto.

Sveglio X. numeri binari + nnb + uno zero

Preludio # x. Sigaretta con scatolina a vigliacca chiusura manuale in latta per non disperdere i
residui nella stanza, ossia il fetore di una sigaretta logora, morta; defecazione fumosa per circa 30 40 minuti; chiusura divano. Vox radio. Tavolo. 2 tazze. 2 cucchiaini in metallo lercio. 1 mio cellulare senza un vero senso di presenza. Pentolino d’acqua da scaldare. Finestra dell’anima dove la luce accompagnata dal fumo proveniente dal wc e' una insolita immagine di annunciazione dell’angelo ad una delle sue madonne forse martoriate dalla giornata felice o gravida, greve. X. le madonne le ama e le bestemmia con riverenza, dolore e menefreghismo. Ma. Si, i giorni sono duri e ci benedicano chi ha del buon senso. Vestimento. Come reliquie. Sciacquo di denti a carie. I dentisti sono cari. Cari un cazzo! Colazione a bassi costi: te', biscotti industriali e a volte chili di crema deliziosamente vomitevole di cioccolata bianca e nera in barattolo da spalmare a taglio di coltello direttamente sulla lingua, collosa in gola fino a sentire l’impasto con l’ossigeno bruciare nello stomaco. Il primo vero taglio pensante del mattino ancora senza incanto. Credo sia una goduria che superi l’ingoio dello sperma di un pompino. Dovrei per certezza bere questo seme amorale e farne un oggettivo paragone non di discussione. Comprendere la delizia e l’amarezza di alcuni elementi presenti in natura dopo l’assunzione e assorbimento da parti dei 2 nostri corpi. 2 uomini a colazione e che dire?
A che scopo mischiare sperma e crema di cioccolata? Forse per non avere inibizioni quando si fa colazione e poter parlare e stare in silenzio con la persona che si ama, si ama, si ama, o si odia di fronte a 2 tazze di te' profonde quanto l’intuito di certi poeti.
I gesti che ogni mattina ripetiamo in maniera automatica, sono in verita' le tragedie di Ulisse nel passare da uno stato di partenza da un luogo messo a nudo dai misteri, ad uno stato di arrivo in altro luogo impuro di fatto, ma vergine per l’oscuro nascondimento di segreti non umani. No. L’uomo non e' capace di segreti come i misteri dell’alzarsi la mattina dal letto, il recarsi di giorno in un certo luogo, il coricarsi a notte sfondato dal negoziare diurno con gli imbecilli e sognare il trapasso quanto gli oggetti che lo circondano. L’oggetto, o l’oggetto come fatto, come accaduto, come e', e' piu' profondo dell’uomo se ci si guarda dentro. O se ci si guarda nel buio infernale di un solo occhio, chissa'. Non posso rivelarlo per paura. Ho paura se mi guardi cosi' la mattina anche se mi ami. Ho paura di morire.
E, e, e, e, se l’uomo e' incapace di segreti? Egli e' un incapace.
Nasce naturalmente stupido da padre e madre stupidi, certo con profondo amore. Ricordo. L’istruzione, l’istituzione, la religione, la storia, le storie vergognose dei giorni con gli altri . Ho paura. Verso le ore 10.00 dopo il driiiiiin, la manina stringe il suo pisello ancora ignaro, come pinze finche' il piscio arriva a sgocciolargli nelle mutande e allargarsi a vista sul culo. Un granchio marino debosciato, molliccio. Non servi a niente, a niente, ma non hai niente da perdere. E’ questo che non ti fara' suicidare. - Uhm, resisto. Si. Resisto ancora un po'. Uhmm. Aaaah .No. No. Non ce l’ho fatta. Il caldo ruscello nelle scarpe. Calzini bagnati. Il sudore. L’umiliazione. Il piscio. Poverino! Che schifo essere stati educati al rispetto e all’onesta', alla morale delle suore e preti perversi. Ad essere degli stupidi. La perversione comunque mi e' stata unica educatrice per disfarmi dalle frivolezze della stupidita'. Ti vergogni di chiedere alla maestra nevrotica e buona come la mamma di andare al bagno e dei compagnucci che ti guardano con le lingue da porci e gli occhi da coglioni? Si. Siii?! – Allora. 1 2 3, fottiti. Sei stupido. Poi invece, quando ti fai le seghe ti fanno sentire stupido perchĂ©, non scopi ancora con le ragazzette. Maiali, porci, stupidi bambini.
Bang bang! bang bang bang! Bang! Molte volte mi sono fatto fuori .Nel cervello mi trapassavano tutti i colpi. Li ho numerati uno ad uno. Non avevo molte scelte. Ma sono qui. Faccio colazione con X. Poi guardero' il lato sinistro del giardino.
stampa alternativa copyright minimal production XH nnb 2005 (collezione ioxy 2000 nnb.)

3 comments:

  1. Anonymous12:15 PM

    Interesting site. Useful information. Bookmarked.
    »

    ReplyDelete
  2. Anonymous3:50 PM

    Here are some links that I believe will be interested

    ReplyDelete
  3. Anonymous1:37 PM

    Nice idea with this site its better than most of the rubbish I come across.
    »

    ReplyDelete